Seleziona una pagina

Vision-R 800 Refraction System

    Vision-R 800 Refraction System

    Oggi parliamo di Vision-R 800 Refraction System per darvi delle informazioni utili riguardo questa importante innovazione di Essilor.

    La vista e il benessere visivo sono da sempre al centro del nostro interesse.

    Per un’adeguata e mirata correzione della vista di ogni individuo è fondamentale eseguire esami della vista scrupolosi che consentono di sfruttare appieno il potenziale delle tecnologie ottiche disponibili.

    La precisione dell’esame della vista ha un impatto diretto sulle azioni che verranno prese, e quindi sul comfort e l’acuità visiva del paziente.

    Essilor, leader mondiale nella correzione visiva, non poteva ignorare questo argomento e si è posta l’ambizione di fornire una risposta a queste sfide.

    Vision-R 800 offre ai professionisti della salute visiva un’importante innovazione, che rende accessibile a un pubblico molto più vasto una rifrazione diagnostica di precisione superiore.

    Questa innovazione è di grande supporto per il mondo dell’ottica.

    Il risultato di un esame della rifrazione dipende dalla strumentazione del professionista e ovviamente dalla partecipazione del paziente, le cui risposte soggettive informano la diagnosi;

    Essilor ha lavorato sulla precisione ottica del rifrattore, sulla semplificazione della procedura per il medico e infine sul comfort del paziente.

    Il forottero automatico Vision-R 800 offre continui cambi di potenza e rende la rifrazione più precisa, più facile da eseguire per il medico e più confortevole per il paziente.

    Tra le sue caratteristiche:

    Modulo ottico brevettato che consente una messa a fuoco istantanea e una rifrazione esatta, fornita da misurazioni fino a 0,01D
    Rifrazione eseguita con gli algoritmi unici “Smart Tests” per ottimizzare l’esame
    Esperienza confortevole per il paziente grazie a cambi di potenza fluidi e continui
    Risultati presentati in condizioni di vita reale simulate per aumentare la fiducia del paziente.

     

     

    Precisione

    L’esclusivo modulo ottico di Vision-R 800 controlla le potenze a 0,01 D e fornisce cambi continui e istantanei di sfera, cilindro e asse, allo stesso tempo. La rifrazione è resa più accurata e le prescrizioni possono essere effettuate con incrementi di 0,05 D. I pazienti possono ora ottenere il pieno potenziale della loro visione!

    Tradizionalmente per correggere un difetto visivo vengono utilizzate lenti di prova; queste vengono cambiate e sovrapposte manualmente, o automaticamente in un rifrattore.

    Questo approccio limita la precisione del risultato a un quarto di diottria, laddove sappiamo che la corteccia visiva è sensibile a scarti molto inferiori; era quindi imperativo trovare un’ottica più precisa.

    Utilizzando tecnologie di lenti deformabili, Essilor ha messo a punto un modulo ottico a sfera-cilindro che consente l’accesso all’intera gamma dei valori ottici tramite movimenti continui impressi ad asse, sfera e cilindro dello strumento.

    I motori sono azionati in modo sincrono da comandi tarati al centesimo di diottria.

    Qualsiasi combinazione di potenza può quindi essere raggiunta da qualunque altra, tramite traiettorie fisiologicamente ottimizzate, evitando sollecitazioni indesiderate dell’apparato visivo del paziente.

    Queste tecnologie meccaniche e ottiche sono coperte da numerosi brevetti e prodotte nei laboratori Essilor a Ligny-en-Barrois, nell’est della Francia.

    L’assemblaggio dei suoi componenti richiede un margine di precisione nell’ordine del micron ed avviene in “camere bianche”, ovvero laboratori con atmosfera controllata per garantire la completa assenza di impurità.

     

     

    Procedura semplificata

    Grazie alle sue continue e simultanee variazioni della potenza della sfera, dell’asse del cilindro e della potenza del cilindro, il forottero Vision-R 800 consente di raggiungere la rifrazione finale più rapidamente rispetto ai metodi di rifrazione tradizionali. Inoltre, gli “Smart Test” e i loro algoritmi unici aiutano il professionista a condurre l’intera procedura di rifrazione. La rifrazione è ora molto semplice e molto precisa!

    Nonostante l’ottimo livello di formazione dei professionisti, il processo tradizionale dell’esame di rifrazione è caratterizzato da una complessità tale da produrre possibilità di errore o imprecisione.

    La rifrazione tradizionale è un processo lungo e indiretto che prevede la regolazione manuale del forottero, reiterando più volte la sequenza di regolazione separata di sfera, listello del cilindro e potenza, per poi tornare alla sfera e ripetere fino all’ottenimento del risultato.

    La continuità del modulo ottico Essilor semplifica la procedura e riduce al minimo l’errore umano, dando la possibilità al professionista di dedicare la sua intera attenzione al paziente e risparmiare tempo che può essere dedicato ad un ulteriore approfondimento della visita.

    Essilor ha sviluppato programmi e algoritmi intelligenti che sfruttano le proprietà di continuità di precisione dei moduli suddivisi, ad esempio la ricerca simultanea dell’asse di potenza del cilindro mantenendo costante la sfera equivalente.

    Di solito, una variazione di cilindro si accompagna a una variazione della sfera equivalente; questo movimento è ora perfettamente compensato.

    Qualsiasi variazione fino al duecentesimo di diottria viene istantaneamente compensato sulla sfera, facilitando la ricerca del miglior valore.

    La continuità dei movimenti consente inoltre di utilizzare algoritmi ispirati a metodi psicofisici, per la determinazione del margine di incertezza del paziente.

    Anche le risposte del paziente che esprimono incertezza o la mancata percezione di un cambiamento diventano informazioni utili a determinare la sensibilità del paziente calcolare il valore di sfera cilindro e asse più probabile nel margine di incertezza del paziente.

     

    Comfort

    Cambiamenti di potenza fluidi e un campo visivo più ampio rendono la rifrazione molto confortevole per i pazienti. La procedura è più breve e non si avverte affaticamento.

    Durante tutta la procedura di rifrazione è più facile estrapolare le risposte e, alla fine, il forottero Vision-R 800 offre l’opportunità di confrontare le rifrazioni in uno scenario di vita reale immersivo personalizzato.

    Il tradizionale esame di rifrazione genera confusione nel paziente, che non è in grado di interpretare le azioni dello specialista. L’aspettativa di sedersi e provare una serie di lenti che provvedano una vista via via più chiara viene spesso smentita dalla complessità dell’iter dell’esame, e il senso di smarrimento che ne deriva può persino generare dubbi sulla correttezza della prescrizione.

    Vision-R 800 offre ai pazienti un’esperienza più confortevole: da un lato un campo visivo più ampio, sequenze di messa a fuoco fluida, un esame rapido e meno faticoso, dall’altro una maggiore interazione con il medico, non più gravato dal complesso processo di regolazione manuale degli strumenti.

    Con queste nuove tecnologie di rifrazione, Essilor sta intraprendendo una profonda trasformazione del settore.

    Quasi 500.000 professionisti in tutto il mondo eseguono circa 800 milioni di esami di rifrazione all’anno: grazie ad Essilor questo esame diventerà più rapido ed accessibile, fornendo l’accesso a un’adeguata correzione della vista per centinaia di milioni di persone in più.

     

    La rifrazione digitale infinita

    La rifrazione digitale infinita è un processo più fluido e rilassante per il paziente.

    Prima di tutto ci consente di regolare contemporaneamente il cilindro della sfera e l’accesso senza interrompere il campo visivo del paziente ed evitare le continue interruzioni nel processo dovute alla regolazione manuale del forottero analogico.

    Quello che accade con i metodi tradizionali ha un certo margine di errore e molti dei problemi riscontrati sono causati dalla complessità e soggettività della rifrazione analogica.

    La rifrazione analogica è un processo doppiamente soggettivo, incorporando la soggettività delle risposte del paziente e quella della loro interpretazione da parte del professionista.

    Con una rifrazione digitale infinita possiamo rimuovere parte della soggettività, e migliorando l’esperienza del paziente possiamo sperare di migliorare le loro risposte e, in definitiva, il risultato finale.

    Irrigidito da obiettivi mobili e tecnologia analogica, il forottero tradizionale è limitato a passi di un quarto di diottria; quindi le lenti sono a incrementi di un quarto di diottria in parte perché questo è il limite della risoluzione degli esami diagnostici tradizionali.

    Il paziente è limitato a passi di un quarto di diottria quando in realtà sappiamo dalla ricerca che la maggior parte dei pazienti è sensibile a incrementi più piccoli.

    Quante volte accade che un paziente non riesce a scegliere tra due lenti?  In questo caso avrebbe senso prescrivere qualcosa nel mezzo piuttosto che dover scegliere tra queste due opzioni.

    Quando mettiamo il cilindro a croce di Jackson davanti agli occhi del paziente per misurarne l’astigmatismo, sia in termini di potenza che di asse, quel cilindro a croce è fisso, mentre di nuovo avrebbe più senso, man mano che l’esame procede, modificare e forse ridurre la potenza del cilindro incrociato e affinare davvero ciò che è il vero astigmatismo del paziente.

    Inoltre quando viene regolata la potenza del cilindro dovrebbe essere regolata in accordo la potenza della sfera, passaggio che a volte non viene effettuato.

    Da qui il vantaggio della regolazione automatica e senza interruzioni alla potenza della sfera offerta dalla rifrazione digitale infinita, per mantenere costante la potenza sferica equivalente.

    Questo è qualcosa che non è possibile fare con un forottero analogico tradizionale, perché è necessario spostare le lenti in sequenza, mentre con la nuova tecnologia digitale cilindro e asse della sfera possono essere regolati contemporaneamente.

    Abbiamo dati provenienti da diversi paesi sulla risposta del paziente a una rifrazione digitale infinita e i risultati sono schiaccianti: i pazienti apprezzano la nuova tecnologia che trasmette un’esperienza molto più rilassante.

    Con Vision-R 800 Refraction System il paziente ha una percezione di benessere per tutta la durata dell’esame.

    Esistono già forotteri automatizzati, ma si tratta solo di un’automazione del vecchio forottero analogico, in effetti utilizzano ancora le stesse ruote girevoli la stessa tecnologia potenzialmente obsoleta presente da 50-80 anni.

    Ciò che offre la nuova tecnologia di rifrazione digitale infinita è un prodotto davvero rivoluzionario che riduce le catene dell’approccio tradizionale e che consente di esplorare diversi metodi di rifrazione e di migliorare l’esperienza del paziente, con risultati più precisi.

    Questa nuova tecnologia digitale di rifrazione infinita è un punto di svolta che rimodellerà davvero il futuro dell’oftalmologia optometrica.

    Hai bisogno di un parere esperto?

    Per informazioni aggiuntive sulla scelta degli occhiali da sole in base alla forma del viso o richieste di preventivo chiama subito il Centro Ottico Fava. Clicca qui per i contatti.

    Centro ipovisione convenzionato ASL
    Paga piano con Pagodil

    Contattaci

    Siamo a tua disposizione!

      Commenti recenti

        Categorie

        Cresta Social Messenger