Warning: Declaration of JC_Submenu_Nav_Walker::walk($elements, $max_depth) should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /home/gavilab4/public_html/otticafava.it/wp-content/plugins/jc-submenu/walkers/SubmenuWalker.php on line 0

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/gavilab4/public_html/otticafava.it/wp-content/plugins/jc-submenu/walkers/SubmenuWalker.php:0) in /home/gavilab4/public_html/otticafava.it/wp-content/plugins/sg-cachepress/core/Supercacher/Supercacher_Helper.php on line 77
Occhi secchi? Cause, consigli e rimedi. - Centro Ottico Fava
Seleziona una pagina

La sindrome dell’occhio secco è un disagio che affligge molti individui.

La maggior parte delle persone che soffrono di secchezza oculare sono le donne, soprattutto in età avanzata, ma questo fenomeno interessa circa il 30% della popolazione maschile e femminile.

Sintomi evidenti

Quando si parla di secchezza oculare la prima cosa che ci viene in mente è la lacrimazione. Infatti sono proprio le lacrime a rendere umido l’occhio e a preservarlo da moltissimi agenti esterni.

Una sensazione di bruciore, un elevato rossore, una oggettiva difficoltà a piangere anche in caso di forti emozioni e un costante senso di stanchezza oculare sono i primi sintomi della sindrome dell’occhio secco.

Il consiglio di Ottica Fava a Roma è di prendere subito in esame la situazione e farla valutare da un esperto.

Lacrime a fin di bene

Una giusta lacrimazione lubrifica la superficie oculare in modo da rendere il lavoro dell’occhio più semplice. Talvolta non è una questione di quantità di lacrime, bensì di qualità. Infatti ci sono soggetti che hanno una tipologia di lacrima che tende ad evaporare molto rapidamente. Ne consegue la richiesta di un numero maggiore da parte dell’occhio.

Quando si soffre di secchezza oculare si svolgono con difficoltà molte azioni quotidiane. Guidare con poca luce, lavorare al computer, praticare sport, leggere, fare le pulizie… Anche le attività più semplici possono risultare faticose per i nostri occhi.

Un occhio non lubrificato è molto vulnerabile in condizioni di vento, aria secca , freddo e sole. Questo può favorire il generarsi di patologie più serie che riguardano questo organo di grande importanza.  Una scarsa lacrimazione non permette all’occhio di eliminare polvere e residui che provengono dall’ambiente circostante. Di conseguenza l’occhio è più soggetto ad infezioni e irritazioni.

Le lacrime prevengono e curano

Sappiamo tutti, infatti, che quando un corpo estraneo entra in contatto con l’occhio, la richiesta naturale di lacrimazione ne favorisce l’eliminazione. In casi di scarsa risposta da parte delle ghiandole lacrimali tutto si può complicare. Le lacrime rappresentano una protezione e anche una naturale cura dell’occhio.

Situazione casuale o cronica?

La prima cosa importante da valutare è se la situazione di secchezza è momentanea oppure cronica. E’ necessario valutare la situazione di secchezza dell’occhio per comprendere se è un disagio provvisorio o se è originato da una situazione fisica più complessa. In entrambi i casi è bene affidarsi ad un esperto capace di trovare la causa e, soprattutto, curare il problema.

Perché? Cosa si nasconde dietro a questa sindrome?

Talvolta anche l’uso di alcuni farmaci può influire sulla lacrimazione.

Gli sbalzi ormonali, specie nelle donne, possono modificare la consistenza e la quantità di lacrime prodotte dall’occhio. E’ necessario fare attenzione a qualunque dettaglio che possa rappresentare la causa di questa sindrome. Comprendere l’origine di questo mal funzionamento dell’occhio, ci consente di intraprendere un percorso di cura e miglioramento.

Spesso le irritazioni, le infiammazioni, l’uso prolungato di lenti a contatto, l’esposizione prolungata ad agenti atmosferici dannosi, l’uso dell’aria condizionata in ambienti piccoli e molto altro, possono essere la causa di questo problema. Quando non si coglie subito l’origine del disagio, la sindrome dell’occhio secco può diventare cronica.

Niente paura… ci sono molti rimedi!

La prima cosa da fare è evitare tutto ciò che può influire, seppur in modo secondario, su questo problema. Niente ambienti secchi, stare lontani dalla polvere, indossare occhiali da sole adeguati, non esporsi al vento, bere molto e mangiare sostanze naturali ricche di acqua e vitamine, umidificare l’ambiente in cui si vive e anche quello in cui si dorme. Questi sono consigli molto utili per prevenire o migliorare la situazione di secchezza oculare. 

Una volta escluse patologie più serie alla base del disturbo, uno stile di vita adeguato sarà un valido aiuto per i soggetti più predisposti.

In caso di situazioni più complesse, il vostro oculista saprà consigliarvi su rimedi, cure e interventi mirati.

 

Hai bisogno di un parere esperto?

Per informazioni aggiuntive sulla scelta degli occhiali da sole in base alla forma del viso o richieste di preventivo chiama subito il Centro Ottico Fava allo 06 6143753 o invia una mail all’indirizzo info@otticafava.it. Ottica Fava è a Roma, in Via di Torrevecchia 590. Su richiesta si effettuano consegne a domicilio in tutta Italia.

Centro ipovisione convenzionato ASL
Paga piano con Pagodil

Contattaci

Siamo a tua disposizione!

Commenti recenti

    Categorie